Storia di Sirmione tra antichi castelli, terme romane, chiese

Scopri la bella storia di Sirmione sul Lago di Garda e visita le antiche terme, il castello, le antiche mura

In questo capitolo ti racconto la storia di Sirmione sul Lago di Garda, in modo che tu possa apprezzare questo bellissimo comune, dove ancora oggi sono presenti il bel castello, le antiche mura e Terme Romane.
Sirmione gode di una posizione eccezionale sul Lago di Garda, infatti grazie alla sua penisola è diventata un luogo privilegiato sin dall'antichità in epoca romana.

Oggi sono ancora presenti molte testimonianze della sua storia. La storia di Sirmione più antica ci porta al neolitico e durante l'era del Bronzo con insediamenti palafitticoli lungo le sponde del lago.

A partire dal primo secolo a.C., grazie alla bellezza di Sirmione, la sua estremità diventa luogo favorito per il soggiorno di ricche famiglie di Verona.

Verso la fine del I secolo a.c. vengono costruite grandi ville romane, oggi note con il nome di Grotte di Catullo e quella in via Vittorio Emanuele vicino alle antiche Mura.

Una strada romana correva lungo la penisola collegando le città romane di Verona e Brescia; probabile che Sirmione fosse una sorta di sosta per i viaggiatori che percorrevano il basso Lago di Garda. Più tardi intorno al IV-V secolo d.C.

Sirmione si trasforma in luogo fortificato; viene infatti costruita la muratura di difesa tutto intorno alla penisola mentre al suo interno nasce un il piccolo centro abitato.

Successivamente in età Longobarda, dal VI secolo nasce un insediamento di capanne ed una necropoli. La regina Ansa, moglie del re Longobardo, si fa fondatrice di un monastero ed una chiesa.

Negli anni Sirmione perde la sua autonomia a causa di Carlo Magno, ma riesce a mantenere un rapporto particolare quasi privilegiato con i suoi sovrani, riuscendo ad ottenere esenzioni e concessioni speciali.





Sirmione, sul Lago di Garda, nel XIII diventa una fortificazione scaligera portandolo alla costruzione del Castello e rifugio degli eretici Patarini nello stesso periodo. Questa sua funzione di difesa e controllo continua fino al XVI secolo, fintanto che diventa Peschiera del Garda il nuovo centro fortificato del basso lago.

Sirmione rimarrà però in una posizione molto importante della pianura e del basso Lago di Garda, diventando confine della signoria Scaligera e successivamente della Repubblica veneziana sino alla sua caduta nel 1797.

Nel 1800 la principale attività locale era la pesca e l'agricoltura dell'olivo, della vite e de gelso. Ai giorni nostri si sviluppa l’attività turistica di massa con massive trasformazioni urbanistiche dal secondo dopoguerra. Tutto ciò ha contribuito notevolmente la presenza di acque sulfuree. Se vuoi visitare il centro storico ricordati di parcheggiare lasciare l’auto fuori dalle mura.

Dai parcheggi esterni puoi fare una bella passeggiata sul lungo lago sino all'ingresso delle mura. Attraversato il ponte di ingresso appare con tutta la sua bellezza il Castello Scaligero.

 Puoi farti una bella passeggiata nelle vie del centro o magari sul lungo lago proprio alla tua destra appena incontrato il Castello.

 Verso la punta di Sirmione arriverai alle antiche terme di Sirmione costruite ed utilizzate in epoca romana Alla sera ti consiglio una bella passeggiata nelle vie del centro colorate da tanti luci, suoni e souvenir.

Escursioni Guidate in Lessinia


Torna alla pagina di Sirmione



Scarica la guida essenziale di Sirmione

Etichette: , ,