Storia di Peschiera del Garda tra resti di antiche mura e castello

Scopri la storia di Peschiera del Garda tra i resti di antiche mura e castello

In questo nuovo capitolo ti racconto la storia di Peschiera del Garda che risale già all'età del bronzo, con i primi insediamenti nel periodo 1500 e il 1100 a.C.
Nel I secolo a.C. con l’arrivo dei romani, il suo nome diventò Arilica.
Alla fine del VII secolo d.C. il dominio dei Longobardi terminò e Peschiera del Garda diventò finalmente un importante luogo commerciale e centro amministrativo.
Nei successivi secoli della storia di Peschiera del Garda e più precisamente dal 1300 al 1400 il dominio passò sotto i Visconti, succeduti poi dai Gonzaga e dagli Sforza, mentre dai primi anni del 1500 quando Venezia fu occupata da francesi e austriaci, Peschiera del Garda entrò a far parte assieme a Verona, Mantova e Legnago del Quadrilatero, ovvero il sistema difensivo degli austriaci.

Peschiera del Garda fu purtroppo coinvolta quindi in molte battaglie negli anni dell'indipendenza e la sua liberazione risale al 1848.
In questo comune del Lago di Garda non troviamo il classico Castello, ma un complesso militare che è andato via via nei secoli a fortificare la città a difesa del centro abitato. Si definisce come città fortificata infatti tutta la parte della città si può visitare, permettendo al turista di ripercorrere le cinte murarie che un tempo servivano come difesa.

In epoca romana Peschiera del Garda era chiamata Arilica, era fortificata e fu importante base della flotta romana diventando un importante nodo strategico militare del Lago di Garda. Venne costruita la Rocca, completato il muro di cinta, oggi percorribile a piedi ed intorno al 1400 la dominazione della Repubblica di Venezia contribuì in modo significativo e rendere Peschiera del Garda un luogo ancora più protetto militarmente.

Lungo le mura di cinta, si aprirono due varchi, la Porta Verona e la Porta Brescia, oggi ancora visitabile e verso metà del 1500 la Rossa Scaligera fu chiusa.

Anche grazie alla dominazione austriaca Peschiera si rafforzò militarmente ma non riuscì a contrastare l’esercito di Napoleone Bonaparte. Successivamente la città venne riconquistata dagli Austriaci i quali costruirono due nuove fortificazioni militari rendendo Peschiera del Garda un importante centro militare del Quadrilatero.

Dentro alla fortezza vennero costruite molte strutture militari, recintate da mura e da baluardi: Bastione Querini, Bastione San Marco, Bastione Cantarane, Bastione Feltrin, Bastione Tognon. Oggi possiamo ancora vedere: Porta Verona e il suo ponte, la caserma di Fanteria Francesco I, il Palazzo del Comando di Piazzaforte, il Padiglione dei Grandi Ufficiali, lo stabilimento di artiglieria di Porta Verona, a Palleria Austriaca.

Escursioni Guidate in Lessinia

Leggi anche Cosa vedere a Peschiera del Garda

Torna alla pagina di Peschiera del Garda



Scarica la guida essenziale di Peschiera del Garda

Etichette: , ,