Storia di Bardolino tra antico castello e mura difensive

La storia di Bardolino risale all'epoca Romana, e ancora oggi sfoggia la sua bellezza tra vie antiche, mura di cinta, castello, a due passi dal Lago di Garda.

In questo capito di racconto la storia di Bardolino.

In questo comune troverai molti reperti che dimostrano la sua origine romana, come monete, cippi, lapidi, sculture. Bardolino subì molte invasioni e dominazioni Longobarde, Gote, Visigote e Franche, dopo la caduta dell’impero romano e come altri luoghi del lago si munì di mura e di castelli difensivi. Già nel 1100 Bardolino diventa un comune autonomo e successivamente un gruppo di famiglie, con l’esclusiva della pesca, diede vita al nucleo abitativo con la forma tipica del villaggio dei pescatori.

Sulle rive del Lago di Garda, Bardolino visse un periodo di grande sviluppo sotto il governo della Serenissima Repubblica di Venezia. Nel 1798 Bardolino passò sotto l’Austria come tutto il territorio della Repubblica Veneta e sotto il Regno Lombardo –Veneto.

Successivamente si ritrovò sotto il Regno di Napoleone. Così nel 1848 Bardolino si ribellò alle truppe austriache e le conseguenze furono: incendi, saccheggi, fucilazioni.

La storia di Bardolino è quindi ricca di eventi e se fai un giro oggi, ed anche in altri comuni limitrofe del Lago di Garda, come Lazise o Peschiera, troverai molti resti visibili delle vecchie mura di cinta e castelli.

Sono tenuti in ottimo stato e visitabili, sopratutto le belle mura di fortificazione a Peschiera del Garda.


Scopri le Escursioni guidate in Valpolicella e Lessinia

Torna alla pagina di Bardolino

Scarica la guida essenziale di Bardolino


Etichette: , ,