Cosa vedere a Bardolino tra belle spiagge, musei, castelli ed antiche chiese

Scopri cosa vedere a Bardolino tra le tante belle spiagge, musei, castelli ed antiche chiese

In questo capito ti spiego cosa vedere a Bardolino e ti assicuro che non potrai certo annoiarti perché ti offre tutto ciò che un turista ama quando va a visitare una località con annesso Lago:

  • Spiagge
  • Ristoranti
  • Itinerari per camminare
  • Luoghi storici da visitare
  • Negozi per lo shopping
  • Locali notturni
  • Divertimenti anche per i più piccoli 

In questo articolo ti descriverò il Museo dell’Olio e i Castelli a Bardolino sul Lago di Garda.


A questo partiamo alla scoperta di cosa vedere a Bardolino.

Museo dell’Olio a Bardolino

Il Museo dell'Olio di Oliva a Bardolino nasce dalla passione e dalla costanza nella coltivazione degli ulivi per la produzione di olio Turri, nel 1954 a Cisano.

Grazie all'elevata qualità l’olio del Lago di Garda è famoso nel mondo.

Il Museo dell'Olio nasce alla fine degli anni ‘80 ed è il primo museo dedicato all'Olio in tutta Italia. Grazie alla famiglia Turri il museo diventa molto famoso e riconosciuto a livello nazionale e da alcuni anni è on-line il sito del Museo che offre la possibilità di acquistare on-line l'olio del Lago di Garda di loro produzione.

Nel Museo troverai nove sale: la sala delle lampade ad olio, la sala delle presse in ferro, la sala della ruota a trazione idrica interno ed esterno, la sala della pressa a leva, la sala delle oliere, la sala delle caldaie e giare, Oliario e punto vendita. Inoltre potrai vedere gli antichi strumenti usati dal 1700 fino al 1900, e l’enorme pressa in legno di quercia ed un frantoio a trazione idrica.

Il Museo dell'Olio d'Oliva di Bardolino è aperto tutti i giorni feriali dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00, mentre nei giorni festivi solo al mattino dalle 9.00 alle 12.30. Attenzione al 15 agosto e nelle festività tradizionali quando rimane chiuso.


Castelli a Bardolino

Brutta notizia, del Castello di Bardolino resta poco da vedere. Infatti sono visibili soltanto le due porte d'accesso e una parte della torre rettangolare sul lungolago. Ma non scoraggiarti e fatti ugualmente un giro per quel poco di rovine che rimangono.

Tieni presente che alla fine del IX secolo, il re incapace di contrastare gli Ungari, abbia concesso di costruire rocche e fortilizi a difesa dei paesi sul Lago di Garda. Così il castello si ingrandì sino a diventare un unica fortezza per tutto il paese, nella forma della torre, delle porte e nell'andamento delle strade. Mura robuste vennero costruite e rinforzate da torri, mentre un fossato circondò il castello.

Le antiche carte topografiche del Lago di Garda mostrano una struttura quadrata di Bardolino, comprendendo il porto, una torre, la piazza e al fondo il campanile di San Nicolò.

Ti consiglio anche di leggere Cosa fare a Bardolino

Escursioni Guidate in Lessinia

Torna alla pagina di Bardolino





Commenti