Nascita della Terra in pillole e per tutti

Una breve storia sull'evoluzione della nostra terra

In questa pagina sintetizzo il più possibile quella che è stata l'evoluzione geologica del nostro pianeta, iniziata 4,5 miliardi di anni fa, quando la nostra amata terra era una palla di fuoco.

Nei milioni di anni la terra ha subito enormi cambiamenti, e solo attraverso la consapevolezza seppure superficiale di ciò che è avvenuto, possiamo cercare di capire il luogo in cui siamo nati e a cui dobbiamo l'intera nostra esistenza.

Solo rientrando in contatto con la terra riusciremo a preservare il futuro della nostra specie umana.

(4,5 MILIARDI DI ANNI FA) La terra è un’enorme palla di fuoco

(650 MILIONI) L’intero pianeta è coperto da ghiacci spessi 3 KM
I vulcani che continuo ad eruttare anche al disotto dei ghiacci, riescono ad emergere, e buttano fuori tra i fumi tossici anche anidride carbonica; tutto ciò contribuisce allo scioglimento dei ghiacci che durò 15.000 anni
Finalmente i ghiacci si sciolgono e rilasciano ossigeno

(600 MILIONI) la temperatura è estiva, il mondo è invaso dall'acqua

(540 MILIONI) in fondo al mare compaiono i primi batteri, piante, organismi multicellulari complessi; nati grazie all'ossigeno rilasciato dallo scioglimento dei ghiacci

(460 MILIONI) le placche si muovono in un ambiente in cui la temperatura è di 20° centigradi ed un livello di ossigeno come lo conosciamo ora. Non c’è nulla sulla terra ferma per via dei raggi UV del sole che bombardano la superficie terrestre e che non permettono a nulla di nascere.
Ma a 50 KM di altitudine l’ossigeno si trasforma in OZONO grazie ai raggi UV.
Lo strato di ozono comincia a fare da filtro ai raggi UV e la vita sulla terra ha inizio
Nascono muschi, piante che cominciano a rilasciare ossigeno

(350 MILIONI) una nuova specie marina comincia ad uscire dalle acque per spostarsi sulla terra ferma (questo fenomeno durerà per 15 milioni di anni)
Sulla terra si trovano ora foreste, prima si riproducono con le SPORE, poi con i SEMI che volando lontano cominciano a far nascere vegetazione in luoghi remoti; più vegetazione vuol dire più ossigeno
Gli insetti si spostano dall'acqua alla terra ferma
Le creature fuori dall'acqua conquistano la terra; gli animali morti si decompongono e vengono ricoperti da vegetazione anch'essa morta…ciò crea quello che noi oggi chiamiamo CARBONE

(250 MILIONI) troviamo mostri giganteschi nella SIBERIA
Il MAGMA viene spinto verso l’esterno della crosta terrestre e gli animali in SIBERIA cominciano ad estinguersi. Nell’altro continente arriva la cenere di queste eruzioni, avvenute a 16.000 km di distanza. La cenere uccide e soffoca gli animali. Piogge di acido solforico fanno il resto.
E’ un disastro planetario.
L’anidride carbonica aumenta, la temperatura di conseguenza aumenta e l’acqua evapora.
Sulla terra non c’è vita, ma negli oceani solo un’alga rosea sopravvive.
Dagli oceani inizia ad uscire del gas METANO che risale in superficie e la temperatura si innalza fino a 40°
Il 95% della vita è moto, qualcosa è sopravvissuto rifugiandosi

(200 MILIONI) c’è solo un grande continente, la PANGEA
Le temperature si stabilizzano, le piogge acide sono cessate, la vegetazione riprende
Nascono di DINOSAURI che si sono evoluti dai rettili sopravvissuti
La crosta terrestre si sta assottigliando, la lava comincia ad uscire, la superficie terrestre comincia a dividersi
Dalla spaccatura della pangea, nasce il mare TETIDE
Le sostanze nutritive vengono spostate; la morte delle alghe e pesci marini si depositano sui fondali, e questi verranno ricoperte dalle rocce, dando vita a quello che oggi chiamiamo PETROLIO

(180 MILIONI) La placca Americana si stacca dalla placca Europea-Africana
Nasce l’oceano atlantico e risalgono i vulcani
I fondali marini si spaccano, la lava comincia a risalire, crea montagne e fondali. Questo è il motivo che fa spostare le placche.

(65 MILIONI) Troviamo ancora i dinosauri, ma ancora per poco perché sta arrivando un enorme ASTEROIDE; più grande del monte EVEREST con un’altezza di 11km, viaggia a 70.000 KM/H in direzione YUKATAN (Messico).
L’impatto equivale all’esplosione di 1.000 bombe atomiche ed è violentissimo. In un attimo l’intero pianeta è bombardato da meteoriti provenienti dal cielo, terremoti, tsunami.
Una coltre di polveri ricopre l’intero pianeta.
La superficie risale a 275° e la vegetazione prende fuoco spontaneamente
La luce del sole non penetra per mesi e la vegetazione ed i dinosauri muoiono
I mammiferi che vivono nel sottosuolo sopravvivono

(47 MILIONI) I mammiferi si evolvono, diventano più grandi
Le placche hanno ricominciato a muoversi; le placche INDIANE ed ASIATICHE si incontrano e danno vita alla catena dell’Himalaya formando il monte EVEREST

(20 MILIONI) i continenti sono come ora li conosciamo, ma manca l’uomo

(4 MILIONI) Siamo in Africa, le scimmie cominciano a scendere dagli alberi a causa della scarsità di cibo sulle piante per via della siccità causata dalla presenza di una catena montuosa ad EST che rende la zona meno umida. Devono cercare nuovi luoghi

(1,5 MILIONI) L’HOMO ERECTUS fa il suo ingresso

(70 MILA) L’HOMO SAPIENS fa il suo ingresso. Il livello del mare si abbassa e permette l’attraversamento dalla sponda Africana a quella Asiatica/Indiana/Europea

(40 MILA) In Europa sta arrivando l’HOMO SAPIENS. C’è molto freddo.
La temperatura su tutto il pianeta si abbassa, nascono i ghiacciai; tutto l’emisfero nord è coperto dai ghiacci (spessore 2,5 KM). I livelli dei mari scendono. A EST un lembo di terra emerge e l’uomo si sposta verso l’America

(14 MILA) Il ghiaccio inizia a ritirarsi. Gli avvallamenti iniziano a riempirsi di acqua

(6 MILA) Il ghiaccio si ritira a due poli NORD e SUD

Alcuni Video


Nascita della Terra

Storia dei Continenti


Escursioni Guidate in Lessinia


Commenti